La biodegradazione è il naturale processo di decomposizione del materiale organico, causata dall’azione enzimatica dei microrganismi presenti nel suolo.

In base al loro spessore, i prodotti realizzati con resine BIOPLAST si degradano al 100% in acqua, biossido di carbonio e biomassa in meno di 180 giorni. Tutte le biomasse residue sono assolutamente non tossiche per l’ambiente.

Le resine BIOPLAST sono conformi agli standard internazionali, come EN 13432 e ASTM 6400.

È importante notare che le proprietà di biodegradazione di un materiale non dipendono dall’origine vegetale dei suoi atomi di carbonio. Per esempio, il PE verde è completamente a base di sostanze biologiche. È comunque chimicamente identico (“drop-in”) al PE fossile. Di conseguenza, non è biodegradabile.

L’oxo-frammentazione non è biodegradazione
L’oxo-frammentazione non dovrebbe essere confusa con la biodegradazione certificata. L’oxo-frammentazione è semplicemente una frammentazione della plastica non biodegradabile in particelle microscopiche, sotto l’effetto di additivi contenenti metalli pesanti. A differenza della biodegradazione, non vi è variazione nella struttura chimica del materiale, quindi le particelle frammentate restano nell’ambiente.

La plastica oxo-frammentabile non è conforme agli standard delle plastiche biodegradabili. Per maggiori informazioni sulle differenze fra le plastiche oxo-frammentabili e biodegradabili.